1909 | La fondazione

Tutto ha inizio nel 1909 quando il fondatore Albert Mitterer, nato nel 1877 a Lauregno nell’alta Val di Non, apre a Terlano l’officina da fabbro, trasformatasi oggi in un’impresa di dimensioni molto più ampie rispetto agli albori. A Foiana Albert Mitterer impara il mestiere del fabbro (1894-1896) e successivamente, come si usava in quei tempi, durante l’apprendistato e in cerca di lavoro per impratichirsi trova impiego come fabbro nella birreria dei fratelli Schwarz a Vilpiano.

Nel 1909 Albert Mitterer finalmente realizza il suo sogno aprendo a Terlano, nel quartiere Novale, la propria officina di maniscalco e costruttore di macchine, accanto al costruttore di carrozze Thomas Peer, diventato famoso per aver costruito le cabine della prima funivia del mondo sulle Colle.

Ernst Mitterer, unico figlio maschio di Albert, nasce nel 1909 a Terlano. Ben presto segue le tracce del padre e dagli anni ’30 del secolo scorso prende le redini dell’impresa.


1940 | Macchine agricole

Dopo la seconda guerra mondiale, l’agricoltura nella valle dell’Adige ha subito dei forti cambiamenti. L’allevamento e la praticoltura sono stati rimpiazzati dalla frutti e viticoltura, portando alla rapida diffusione della meccanizzazione del lavoro.

A Ernst Mitterer questi cambiamenti sono serviti da stimolo, e certamente è riuscito ad affrontarli con grande coraggio, aiutato anche dal suo pensiero innovativo e la sua spiccata mentalità da imprenditore. La produzione variava dalla costruzione di rimorchi per trattori, pompe per la spruzzatura, aratri speciali e tagliatrici di stipa fino alla pianificazione e realizzazione di impianti di irrigazione antibrina e contro la siccità.

Fino agli anni ’60 Ernst Mitterer ferrava anche i cavalli a dimostrazione che il suo repertorio lavorativo era enorme.


1960 | I primi atomizzatori

L’ambito in cui la ditta si è specializzata maggiormente è diventata la costruzione degli atomizzatori per l’attività antiparassitaria e pesticida nell’agricoltura, prima con gli atomizzatori a sistema di cannone e poi con la rivoluzionaria tecnologia a ventola unica con effetto turbolento. Con il loro colore rosso vivo e la scritta “Mitterer” in giallo sono diventati il marchio dell’azienda.

Data la crescente domanda l’impresa era costretta ad espandersi. Sono stati costruiti nuovi capannoni e nuovi uffici che insieme ad una modernizzazione complessiva hanno contribuito alla professionalità tale da poter soddisfare la clientela, in primo luogo i contadini.

Una particolare preoccupazione era ed è il contatto diretto con il cliente, che aiuta a trovare soluzioni personalizzate alle loro domande.

1980 | La ditta Ernst Mitterer

Gli atomizzatori sono stati perfezionati in continuazione, tanto che la distribuzione non si è limitata all’Alto Adige, ma si è estesa ad altre regioni italiane come Veneto, Emilia Romagna, Calabria e all’estero, in tutt’Europa e nei mercati dell’Est.

Dagli anni ’70 la ditta Ernst Mitterer ha acquisito una nuova forma giuridica, ovvero “E.Mitterer e C. S.a.s.”.


2009 | Mitterer oggi

Oggi l’impresa si estende su una superficie di 5000 metri quadri. Con la terza generazione dei Mitterer l’impresa viene guidata oggi dai figli maggiori di Ernst, Hermann e Anton, anche loro maestri fabbri, impegnati sin da sempre nell’officina paterna, introdotti nei segreti del mestiere dal padre Ernst Mitterer, scomparso nel 1995. I suoi nipoti sono già integrati nell’impresa e assicurano una continuità a lungo periodo della società di famiglia.

Nel corso degli anni gli atomizzatori si sono regolarmente evoluti tecnologicamente. La ditta Mitterer si è da sempre conquistata un posto nel settore fitosanitario ponendo i loro atomizzatori come i più innovativi ed esclusivi del loro genere.Come icona di riferimento tra i più importanti costruttori di atomizzatori, la ditta Mitterer esporta i propri prodotti quasi in tutta Europa con crescente successo.

Il nome Mitterer è un riferimenti per prodotti di elevata qualità e di pluriennale esperienza nel settore.